Domande Frequenti

Pulizie con prodotti Ecolabel - CAM

La ISMA da sempre attenta all’ambiente, alla salute dei propri lavoratori e per un senso di responsabilità verso le generazioni future ha scelto di utilizzare esclusivamente prodotti Ecologici a marchio Ecolabel o CAM.

Il Ministero dell’Ambiente con decreto del 24 maggio 2012 ha stabilito i Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l’affidamento dei servizi di pulizia e fornitura di prodotti per l’igiene a tutela e salvaguardia della salute e dell’ambiente. I criteri ambientali minimi sono in larga misura coincidenti con i criteri per l’assegnazione del marchio comunitario di qualità ecologica Ecolabel Europeo relativo ai prodotti multiuso e ai detergenti per servizi sanitari di cui alla Decisione (2011/383/UE) del 28 giugno 2011.

Oltre ai criteri ambientali l’Ecolabel Europeo prevede e verifica anche le caratteristiche prestazionali, che determinano l’efficacia pulente del prodotto. Un prodotto in possesso dell’etichetta ambientale Ecolabel Europeo è quindi conforme ai criteri ambientali minimi CAM.

DECRETO CAM – ATTESTATO DI CONFORMITÀ
Questa azienda propone sistemi di lavoro con prodotti, attrezzature, macchine e metodologie che consentono il minor impatto ambientale in tutta la filiera del processo lavorativo.
Si tengono conto dei seguenti aspetti e conseguentemente si fa riferimento anche a fornitori che li considerano :
a) Metodologia di produzione dei prodotti chimici utilizzati
a) Caratteristiche dei prodotti chimici utilizzati
b) Sistemi di pulizia
c) Limitazione degli scarichi delle soluzioni utilizzate per la detergenza delle superfici
d) Operazioni che consentono di ritardare i lavaggi di fondo
e) Riutilizzo degli imballi sugli appalti
f) La formazione dei lavoratori

METODOLOGIE DI PRODUZIONE DEI PRODOTTI CHIMICI UTILIZZATI
I prodotti chimici utilizzati sono fabbricati in « ciclo chiuso » dal nostro fornitore.
La produzione in « ciclo chiuso » prevede che le operazioni di pulizia degli impianti quali miscelatori, macchine, riempitrici, tubazioni etc, vengano effettuate mediante risciacquo con acqua che viene recuperata, analizzata e riutilizzata nelle produzioni successive. Di fatto, nessuno scarico viene immesso nella rete fognaria. Vengono così recuperate circa l'1% delle materie attive equivalenti a 60 tonnellate di soluzioni acquose all'anno che non vengono immesse nel depuratore con il relativo risparmio energetico.

CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI CHIMICI UTILIZZATI
Nella considerazione dell'impatto ambientale dei prodotti utilizzati si tiene conto non solo dell'aspetto ecologico, ma anche di quello che riguarda la sicurezza nell'uso ed il corretto impiego nei dosaggi.
Un aspetto ecologico importante è quello della limitazione del rilascio degli imballi nell'ambiente e l'utilizzazione di prodotti ad altissima concentrazione che consentono di limitare il consumo dei carburanti nel loro trasporto e conseguentemente di emissioni nell'atmosfera. Questi aspetti sono messi in evidenza anche nel DM 24-05-12 n° 142 del Ministero dell'Ambiente che riguarda i CAM (Criteri Ambientali Minimi) richiesti ai prodotti chimici utilizzati negli appalti della pubblica amministrazione.
Nella valutazione dei fornitori e dei prodotti da loro offerti si sono pertanto esaminati i seguenti punti in relazione alle 3 tipologie di prodotti da utilizzare, come anche è previsto dal documento Ministeriale.
1. Prodotti per le pulizie ordinarie
2. Disinfettanti
3. Prodotti per le pulizie straordinarie o periodiche e prodotti «superconcentrati» per pulizie ordinarie

Pulizie presso case di riposo e di cura, residenze sanitarie e assistenziali

Le pulizie e la sanificazione degli ambienti sanitari rivestono un ruolo importante, non solo per il significato che assumono nell’ambito del confort alberghiero, ma anche e soprattutto per le implicazioni di ordine igienico-sanitario che influiscono sulla qualità delle cure erogate e sull’efficienza ed efficacia dell’organizzazione dei servizi.

E’ fondamentale in questo ambito la predisposizione di linee guida che concorrano a diminuire la possibilità di diffusione dei microorganismi, quindi a limitare la propagazione delle infezioni con conseguente beneficio per la qualità della vita degli operatori e del paziente.

La ISMA forte della sua esperienza nel settore è in grado di redigere protocolli di pulizia sulla base delle aree in cui si va ad operare, con ripartizione specifica delle aree a basso, medio ed alto rischio. La formazione e l’addestramento del personale diventano parte integrante di un progetto mirato ad evitare il più banale errore di procedura.

Il protocollo di pulizia deve quindi contenere linee guida chiare ed inconfutabili affinchè ogni operatore sia in grado di svolgere al meglio la propria funzione. La predisposizione di un codice colore è un primo passo importante in tale direzione, così come la conoscenza delle procedure di pulizia, oltre al corretto utilizzo dei prodotti chimici. La Direzione aziendale assicura la piena disponibilità delle risorse per garantire il mantenimento e promuovere lo sviluppo di un modello di gestione organizzativa integrata, conforme ai requisiti della norma UNI EN ISO 9001, attuando cicliche fasi di pianificazione, attuazione, monitoraggio e riesame finalizzate al miglioramento continuo dei processi.

Pulizie e sanificazione ospedali e cliniche, studi medici e laboratori

È noto che l’igiene ambientale costituisce uno dei primi interessi delle aziende sanitarie. L’igiene ambientale rientra nei programmi di prevenzione delle infezioni ospedaliere, la sanificazione ambientale ha un ruolo di primaria importanza per la riduzione della carica batterica.

E’ stato ampiamente e storicamente dimostrato che i microrganismi sono veicolati con l’aria, con lo sporco e con la polvere e che la diffusione di una cultura orientata all’ambiente pulito è sicuramente un passo importante per la lotta alle infezioni ospedaliere.

Occuparsi di igiene ambientale significa tradurre in azioni alcuni principi scientifici. Senza questi presupposti il risultato di pulizia rischia di avere una dubbia efficacia.

Per la nostra azienda addentrarsi nel mondo della detergenza, della sanificazione e della disinfezione in particolar modo nell’ambito ospedaliero significa impegnarsi per raggiungere i seguenti obiettivi:

1. ottenere un risultato igienico in grado di garantire la sicurezza sia per l’utente che per gli operatori
2. ottenere un risultato estetico capace di rendere più accogliente e confortevole l’ambiente per l’utente
3. ottenere un risultato economico capace di contenere i costi
4. ottenere un risultato ergonomico capace di raggiungere il miglior risultato con minor sforzo e massima resa da parte degli operatori.

La ISMA grazie alla sua esperienza nel settore è in grado di risolvere qualsiasi problema d'igiene, pulizia e sanificazione nel rispetto assoluto e rigoroso delle normative sanitarie.

La ISMA inoltre, caratterizzata dall’elevato livello tecnico-qualitativo dei servizi offerti,, attua e sviluppa con continuità un sistema di gestione per la qualità nella convinzione che esso costituisca un valido fondamento per fornire servizi in linea con le aspettative dei Clienti.

Per offrire un'esperienza di navigazione migliore, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy.