Sabato, 15 Luglio 2017 15:20

Prodotti di pulizia e sostenibilità: i composti organici volatili

Rate this item
(0 votes)

I composti organici volatili (COV) sono composti chimici caratterizzati principalmente dalla volatilità , ovvero la tendenza ad evaporare in determinate condizioni di pressione e temperatura. A questa classe appartengono anche il limonene , il cloroformio e la formaldeide , tutte sostanze che possono essere presenti nei prodotti di pulizia e igiene. I COV purtroppo sono anche una rilevante sorgente di inquinamento sia indoor che outdoor. Ad esempio, a contatto con la luce solare, possono produrre ozono troposferico e smog fotochimico. Inoltre sono causa di mal di testa, irritazione agli occhi ed è stato ipotizzato che in taluni casi possano costituire un rischio cancerogeno per i soggetti che trascorrono molto tempo in ambienti confinati. Va ricordato che l’emissione di COV è più alta all’inizio della vita del prodotto e tende poi a diminuire in tempi brevi. Un discorso a parte va fatto per la formaldeide, che invece tende a presentare rilasci costanti anche per parecchi anni. Il Ministero della Salute ha fornito qualche indicazione su come ridurre i livelli di COV, soprattutto negli ambienti chiusi. Tra questi abbiamo una buona ventilazione degli ambienti; un regolare controllo dei dispositivi di riscaldamento (caldaie, canne fumarie) e la riduzione stessa dell’uso di materiali contenenti COV.

Read 331 times

Per offrire un'esperienza di navigazione migliore, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy.